martedì 28 ottobre 2008

Ancora note


Ieri Leonardo è arrivato a casa con ben 3 note sul diario.

Ho fatto un profondo sospiro, ripensato a quanto è stato stressante il parto, e ho chiesto spiegazioni prima di sbrindellarlo.
Una me l'aspettavo, Leo ha dimenticato a scuola il quaderno di matematica e quindi non ha svolto i compiti per il week-end. Le altre due ho cercato di capire.

Le maestre mi informavano del fatto che Leonardo non ha voluto fare gli esercizi in classe. Ho preso i quaderni e guardato.
In realtà il succo dell'esercizio Leonardo l'ha fatto... ricoscere un evento temporale, riconoscere le differenze tra oggetti, identificare dentro e fuori. Leonardo in sostanza non ha colorato quella pappardella di schede!
Io non so come funzioni da voi, ma qui i bambini attaccano un sacco di schede sui quadernoni, svolgono l'esercizio richiesto e poi colorano la scheda. Comprendo che colorare sia magari un momento di leggerezza e svago, ma quando è più il tempo che colori che quello dove ti eserciti capisco che mio figlio si rompa i c....
Le schede di ieri erano lunghissime da colorare, mi sono stufata io per lui!

Purtroppo non posso dire davanti a mio figlio questi miei pensieri, è già abbastanza ribelle verso la scuola senza che lo fomenti, tuttavia mi sembra anche ingiusto punirlo. Svolgere i compiti a casa mi è sembrato un castigo adeguato.

Tuttavia se l'andazzo è questo mi aspetto presto una convocazione dalle maestre...

2 commenti:

itmom on 28 ottobre 2008 20:19 ha detto...

concordo con tuo figlio. a scuola sembra che colorare sia la cosa più importante di tutte. sai quante frustrazioni con mio figlio che ha sempre detestato disegnare, colorare etc etc. adesso per fortuna il colorare è passato in secondo piano

^Ely^ on 30 ottobre 2008 10:54 ha detto...

Hai pienamente ragione , però è ovvio che davanti a Leonardo queste cose non le puoi die.
Io parlerei con le maestre!

 

Alchimista in libertà Copyright © 2008 Green Scrapbook Diary Designed by SimplyWP | Made free by Scrapbooking Software | Bloggerized by Ipiet Notez