domenica 31 maggio 2009

Verifiche e voti


L'erede ha portato a casa l'esito delle verifiche. Se n'era già parlato in occasione della fine del primo quadrimestre, oggi lo ribadisco. Per quanto possa essere in disaccordo con la nostra ministra dell'istruzione, sono tanto contenta di vedere quei numeri sulle verifiche.
Chiari limpidi, che non "giudicano" il lavoro, ma lo esaminano e basta. Nelle verifiche l'erede non ha svolto un esercizio: ottimo si è individuato subito cosa non è stato assimilato del programma.
I giudizi giudicano, i voti valutano. Per la propria autostima c'è una bella differenza.

venerdì 29 maggio 2009

Espiazione


Ieri ero al parco con mio figlio e seduta sotto un albero al fresco, guardavo Leonardo che imparava finalmente (per me) ad andare in bici. E pensavo che aveva ancora i compiti da fare prima della fine della la giornata. Era lì, sorridente, orgoglioso di se' e questa gioia doveva essere interrotta dal dovere dei compiti.
"Prima il dovere, poi il piacere". Mia madre si è consumata la voce a furia di ripetermela ed io pensavo "avrei dovuto far fare i compiti a Leonardo prima di venire al parco? Avrebbe avuto lo stesso sorriso di adesso?"

Prima il dovere...ma quanti doveri hanno i nostri figli oggi? Le mamme devono lavorare e i bambini rimangono sempre più a scuola, doposcuola, attività extra-extrascolastiche.
Regole, su regole, su regole. Contenerli, educarli, impedirgli di fare.
La maggior parte della gente non si porta il lavoro a casa. I bambini sì. Se sto imparando un lavoro nuovo non me lo porto a casa, i bambini sì

Sembra quasi che i bambini debbano espiare la colpa di essere bambini.

giovedì 28 maggio 2009

Battaglia per la terra


Ecco domani esce l'ennesimo film intitolato Battaglia per la terra. 
Che palle! Possibile che non riescano ad inventarsi nuovi titoli? Possibile che ci sia sempre questa terra da difendere da invasioni aliene?
E poi gli alieni che se ne devono fare dell'umanità?

O forse è qualcosa di diverso...


A cena con Piattini e Flavia


Ieri sera ho cenato in compagnia di Piattini e Flavia.

Non è stata una cena reale e neanche virtuale: è stata una cena "auricolare"!

Il folle informatico era in ufficio, l'erede dalla nonna e io che faccio?mangio sola? Troppo triste. Guardo la Tv? Cavolo non l'ho ancora risintonizzata dopo il passaggio al digitale terrestre di Rai2 e Rete4. Guardo i post delle mamme? Come minimo rovescio il sugo sulla tastiera e poi mi pare eccessivo.
Infine l'illuminzione: RadioVereMamme! Mi sono scaricata i podcast delle registrazioni, caricate sull'mp3 (un giorno avrò un iPod!) e così ho allietato la mia serata in compagnia di Flavia e Piattini.

Davvero un'ottima serata!

mercoledì 27 maggio 2009

MOM Camp


Dopo l'esperienza del MaM ho deciso di partecipare anche al MOMCamp, sempre imprevisti permettendo.

Credo di aver scritto un bel pezzo della mia anima, completando meglio le idee già espresse nel mio intervento al MaM.

Tuttavia mi torna in mente quanto, adolescente, le mie amiche mi chiedevano di aiutarle a scrivere la conclusione dei loro temi. L'insegnante immancabilmente osservava "ottima conclusione!" sui loro temi, mentre il mio restava nel complesso un buon lavoro senza picchi. Oggi cerco di capire se i loro temi così mediocri acquistassero davvero un valore con la mia conclusione o se io sappia dare il meglio di me quando si tratta di aiutare gli altri.

Insomma mi sa che per il MOMCamp ho scritto il pezzo più bello dell'ultimo anno.

Mah!

martedì 26 maggio 2009

Fucking hate: sei mio amico, anzi mio nemico


Come ben sappiamo i limiti del peggio riusciamo sempre a spostarli un po' più in là, ed ecco dopo i social network per reincontrare amici e averne di nuovi, i social network per insultare chi odiamo.

Non ho molto da commentare se non dicendo che sono molto turbata e disgustata. 

lunedì 25 maggio 2009

Esausta


Il caldo ci sta facendo perdere il buon umore. E la pazienza. E a Leonardo la voglia di studiare. Così a scuola applica la sua personale protesta e si rifiuta di lavorare. Nel vero senso della parola. Torna a casa con tutti gli esercizi da fare con annotazioni seccate delle insegnanti.
E così invece di poter cercare refrigerio sotto le fronde restiamo a casa a recuperare. Tra minacce e promesse, arranchiamo fino alla fine degli esercizi, dove io arrivo esausta dal trattenermi nel rigirargli la testa tutte le volte che comincia la litanìa di "ho sete, ho sonno..."
Certo però che anche le insegnanti... mancano 3 settimane alla fine della scuola e Leonardo nell'ultima settimana ha fatto:
è (verbo)
e(congiunzione)
ha,ho hai, hanno
prima analisi grammaticale.

Io sarò una mamma 2.0, ma queste insegnanti mi sembrano da 5.0.
In quinta cosa studierà, fisica nucleare? Al momento assimila una mazza.

Non vedo l'ora che comincino le vacanze! O almeno che finisca la scuola!

domenica 24 maggio 2009

MaM - the day after


Ed eccoci qui il giorno dopo il MaM, stanchissima prima di tutto, ma anche estremamente entusiasta, sia del lavoro che ho svolto (ho tenuto il liveblog per Blogmamma) sia per le mamme che ho conusciuto.
E' sempre una gioia per me dare un volto alle storie che leggo e ieri c'erano delle mamme che in rete stanno diventando dei "mostri sacri".


L'incontro però che più mi ha emozionato è stato con Extramamma. Il blog di Patrizia è stato il primo blog di mammme che ho letto e ieri credevo quasi sarei scoppiata a piangere quando l'ho vista. Che emozione!

Vabbè spero di rivedervi Al Momcamp, dove questa volta mi godrò di più una giornata di ciance.


venerdì 22 maggio 2009

Pronti? Via!


Domani a quest'ora mi starò perdendo per Milano per trovare Mam!
Tant'è che la sveglia all'alba sarà anche per il folle informatico alle 6.00 con partenza alle 7.00

Tra i compiti che mi sono stati affidati terrò la diretta blog per Blogmamma per gli interventi del pomeriggio.

Pertanto quando domani pomeriggio vedrete una povera donna ancorata a un pc in prima fila non potrete sbagliarvi!

Cosa Importantissima!!! L'evento sarà visibile in streaming (capito Alle?) per tutte le mamme che non potranno esserci. Dovete collegarvi al sito de Il Sole 24 ore: in home troverete un link per seguire l'evento!

martedì 19 maggio 2009

Itmom e Piattini


Ed ecco il post che tutti aspettavate: vi presento Itmom e Piattini (dal mio personalissimo punto di vista!)

Come ricordate Marilde mi ha accompagnata fuori per conoscere le mamme-blogger già arrivate. Erano lì sedute su una panchina. Mi fermo davanti a loro come se dovessi ricordare il titolo di due quadri e spiattello dopo un po' "Itmom" (vabbè ho detto il nome di battesimo, ma non è mio compito rivelarlo a chi non lo conosce), percui per esclusione quella affianco era Piattini, che due secondi dopo rispondeva a una interminabile (per me) telefonata.

Itmom l'ho già vista, piccola piccola nella foto su MammacheClub e vi assicuro che dovrebbe cambiare la foto del profilo perchè non le rende giustizia.
Itmom è una margherita. I suoi bellissimi capelli le incorniciano a meraviglia il  viso,  e il suo sorriso è radioso. Ci siamo salutate, io in vistoso imbarazzo, sorriso...sorriso...sorriso... mmm che si dice a una mamma-blogger in carne e ossa? Qualcosa ricordo di averlo detto , spero anche di senso compiuto, perchè difronte  a questa donna mi sono sentita molto intimidita. Mie seghe mentali, Itmom è una splendida compagna per chiaccherare.

Piattini ho avuto modo di conoscerla solo dopo la presentazione di Marilde. Piattini è un folletto. Se vuole si fa notare, se vuole si cela alla vista, indipendentemente dal fatto che sia nel tuo campo visivo. Trovo che sia una donna con un carisma e una forza eccezionale, è una di quelle che quando cadono si sanno rialzare più in alto, ma soprattutto non si vergognano di cadere. Amabile, materna, amichevole. 

Quando frequenti per molto tempo un blog, avviene di creare la tua immagine della persona che lo scrive. Un po' come si fa con i personaggi dei libri. E' forte la discrepanza tra la finzione e la realtà. Diciamolo, quasi mi aspettavo di veder comparire una leggiadra cinesina. 
Tutto questo per dirvi che se vi siete fatti un'idea di me rimuovetela, o concedetemi la possibilità di essere Gloria e Alchimista in libertà.

Il mignolo col prof




Ecco la sigla era d'obbligo, per chi non sapesse di che sto parlando.
In questo caso di CHI sto parlando: Lanterna.

Ci siamo incontrate allo stand Magi in attesa di Marilde e quando ci siamo dette "Ah anche tu una mamma blogger? E chi sei?... Ah non ti ho mai letta" il velo dell'imbarazzo si è steso. Ma Lanterna con i suoi due bellissimi bimbi e un papà trascinato in fiera, ha sdrammatizzato subito. 

Prima della presentazione mi ha spiegato che ha due ben due blog.  Il mignolo col prof che, mi ha confessato, rispecchia di più il suo io, e uno più "ufficiale" Lucciole e Lanterne.
Quando mi ha dato l'indirizzo del suo blog e mi ha sentita canticchiare la sigla del cartone, le si è illuminato il viso, come quando in mezzo al deserto trovi qualcuno che sa esattamente di che stai parlando. Così alla presentazione ci siamo sedute vicine in compagnia dei suoi cuccioli, a goderci lo spettacolo.
Spero di incontrarla presto

lunedì 18 maggio 2009

Marilde


In questi giorni vi parlerò delle mie poche ore alla fiera del libro e delle sensazioni forti che mi ha lasciato la giornata. Così poche ore vissute e così tanto da raccontare.

Comincio con Marilde, nostro anfitrione. 
Marilde è una MAMMA. O almeno corrisponde a tutti i miei canoni di mamma vista con occhi di figlia.  Mi ha accolto con un sorriso caldo, un po' sorpreso (ai suoi occhi sono una ragazzina), e anche carico della tensione della presentazione. Ma non è stata distratta nè lontana. Mi ha portato dalle altre mamme fuori dal caldo della fiera, per dare finalmente un volto (e una voce) a Piattini Cinesi e Itmom. 
La sua presentazione è stata un "tutto esaurito". 
Lassù sul palco ha parlato con semplicità perchè sapeva di non dover convincere nessuno. Quello che lei ha raccontato nel suo libro è solo la verità, non sempre sotto gli occhi di tutti e anzi spesso nascosta. 
Marilde parla con voce pacata, ma decisa, non si imbrarazza non si impappina, ma non è nemmeno un treno che non vede l'ora di arrivare. Mesce con sapienza, come un'antica sacerdosessa che svolge un rito, le parole, le immagini, gli interventi di Itmom e Piattini.
Fa salire sul palco anche Unamamma nel modo in cui si invitano le amiche, con naturalezza e con affetto.
Sa essere allegra davanti a una pizza.

Ecco Marilde è stata per me questo bouquet di emozioni, e considerando che lei detesta le immagini sterotipate di donne perfette, credo di averle appena fatto un torto.

domenica 17 maggio 2009

Di treni e di cortesie


"Le strade dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni".
Da stasera ho esattamente capito cosa significa.

Oggi sono andata alla Fiera del libro alla presentazione del libro di Marilde (che ovviamente NON mi sono fatta autografare, mannaia lu mundu) e bella come un cuore ho cercato per Itmom tutti gli orari dei treni per tornare a casa. Visto che erano la sera tardi mi sono offerta di accompagnarla in stazione e già che c'ero di portare Piattins in albergo. 

Ciancia di qui, ciancia di lì, massì facciamo a tempo è finita con Piattins scaricata al volo a due isolati dall'albergo e Itmom che correva come una gazzella inseguita da un leone sperando di balzare in tempo sull'ultimo treno.

Ecco se verrete a Torino e non mi offrirò di portarvi in stazione, sappiate che lo faccio per il vostro bene!!

Scusami Itmom!
Scusa, scusa, scusa, scusa, scusa, scusa, scusa, scusa...

Da riprogrammare


L'erede è da riprogrammare. 
Grammaticalmente da riprogrammare. 
In questo primo anno scolastico le informazioni apprese sono state molte, secondo me pure un po' troppe, e Leonardo per distrazione, poca inclinazione alle materie umanistiche o chissà cosa si è ficcato in testa delle regole grammaticali (sbagliate!) e adesso continua a ripetere gli stessi errori semplicemente perchè per lui sono giusti!
Lui non scrive GNOMO scrive NIOMO. E non importa quante volte lo corregga e glielo faccia riscrivere. Se è leggermente deconcentrato e il suo cervello va in automatico scrive niomo, perchè un giorno chissà dove ha deciso che quello era il modo giusto di scriverlo.

Per lui sillabe come CI, CHI, GE, GHE sono esattamente uguali, lui le scrive convinto di scriverle giuste e le legge giuste perchè se le ricorda o riesce  aricostruire il significato della parola nel contesto del testo. Ammirevole, ma la maestra non è dello stesso parere.
Giovedì vedremo la logopedista. Speriamo che dissipi queste mie nebbie per trovare il sentiero per giungere a mio figlio e risistemare le cose. Ovviamente sono piena di sensi di colpa. Avrei dovuto farlo esercitare di più quando apprendeva questi vocaboli? E adesso devo essere permissiva o rigida? 
Voglio una mano anch'io!!!!
Voglio un manuale d'istruzioni!

Mio figlio è da riprogrammare

venerdì 15 maggio 2009

Genitori Anti Smog


Il MaM non è ancora cominciato e io ho già conosciuto un sacco di nuove mamme-blogger!

Tra cui Momsinthecity, nel blog della quale ho trovato questo post su un'iniziativa di Genitori anti smog: la multa dei bambini.

Siccome un'immagine vale più di mille parole ecco qui il video che ho scaricato dal loro sito. La scelta della colonna sonora è geniale!

giovedì 14 maggio 2009

Malata!


Sto male, malissimo!
Il nano malefico mi ha tossito in faccia l'altro giorno e mi si è sviluppata una brochite fulminante!
Oggi dopo una notte insonne corro dal medico, spero mi riempia di antibiotici.

Ho da fare, voglio fare. 
Domenica devo andare alla fiera del libro, arriverei sui gomiti pur di incontrare Marilde, Piattini e Itmom (forse loro sarebbero meno contente dei miei bacilli!).
Sabato prossimo c'è il MaM e visto che tiro lungo, ho dato 6 mani a Jolanda, di certo non me le riprendo!
Più i miei articoli su Blogmamma.
E il lavoro quotidiano per sfamare l'appestatore.

Meno male che c'è il blog! E i vostri blog!

mercoledì 13 maggio 2009

Per favore... addomesticami


Per chi non l'avesse riconosciuta questa è la frase che dice la Volpe al Piccolo Principe e sancisce l'inizio della loro amicizia.
"Il Piccolo Principe" è il libro che ieri pomeriggio ho trovato nella mia cassetta della posta. Se vi ricordate qualche tempo fa ho aderito a "Il gioco dei libri" e questo è il primo libro giuntomi. Avevo letto anni fa questo libro e la parte che più mi aveva colpito era proprio quella della Volpe. L'affetto (o l'amore) che lega un'amicizia è per me qualcosa di magico, qualcosa che regala delle ali, un legame spesso simile al sentimento amoroso, a volte più forte.

Perciò ringrazio Paola, che mi ha mandato questo libro, che troverà la sua naturale collocazione tra "IL gabbiano Johnatan Livingstone" e "L'onda perfetta".

martedì 12 maggio 2009

La spesa 2.0


La spesa 2.0, non è una spesa frettolosa, fatta di surgelati e piatti pronti.
Al contrario: è quella spesa dove si guarda se la frutta e la verdura sono a Km 0 e si scelgono solo quelle di stagione, se i detersivi sono eco-compatibili, se è possibile si compra a peso, se il commercio è equo e solidale.

Ma soprattutto è la SPESA ONLINE.

Domenica ho fatto la mia prima spesa online! Emozionante! Me ne sono stata bella pasciata sul divano, ho controllato in giro per casa cosa mi occorreva e ho riempito il mio carrello virtuale. Pagamento: alla consegna con bancomat.
Così ho scoperto che non è proprio vero che fare la spesa è così caro.
Non più circondata da colori, suoni offerte e stress, non ho comprato niente di cui non avessi davvero bisogno. Ho perfino fatto fatica a raggiungere il minimo d'ordine di € 40,00.
In mezz'ora ho fatto la mia spesa, non ho preso la macchina, non ho dovuto cercare parcheggio, non ho dovuto fare la spesa con i minuti contati o portandomi appresso l'erede, non ho dovuto cercare parcheggio sotto casa e portarmi su 3 sacchi della spesa.
Ho scelto l'orario più comodo per farmi portare la spesa e il "garzone" mi ha inserito in giro di consegne programmato, perciò senza sprechi.

E se proprio mi dimentico di qualche cosa, ho sempre un piccolo spaccio sotto casa, dove non prendo la macchina, non faccio la fila alla cassa, scambio due chiacchere con la commessa, mamma anche lei.

Una spesa 2.0, appunto

lunedì 11 maggio 2009

Domenica


Ieri mi sono proprio goduta la festa della mamma. Qui da me c'era la festa del quartiere con tante bancarelle e giochi per i bambini, così con l'erede mi sono goduta una passeggiata tra mille colori. Ho anche incontrato mia mamma che ci ha invitato a pranzo (il folle informatico era occupato in ufficio) così non ho nemmeno dovuto preparare il pranzo.

Ma la cosa più bella è stato prendere le schede di Elena Fiore su feltro e panno lenci e divertirmi!!!


sabato 9 maggio 2009

Ringraziamenti


In questi giorni ho davvero poco i piedi per terra e moltissimo la testa fra le nuvole. Mio figlio resiste stoicamente nonostante mi sia dimenticata 
- sacchetto col necessario per lavarsi i denti a scuola
- merenda da portare a scuola
-grembiule
Ho compensato con un genoroso acquisto di figurine di Huntik (new entry).

Ma la cosa peggiore è non aver ringraziato Extramamma per avermi regalato questo premio:


Perciò rimedio adesso con un grande GRAZIE EXTRAMAMMA!!!

E ovviamente segnalo i miei premiati:

In più ci sarebbero anche Alle, Wwm, MdiMS che hanno però già ricevuto il premio da Extramamma. Ah, ovviamente anche Extramamma lo avrei inserito!

Un altra segnalazione di "qualità" mi è arrivata da Linda, che ringrazio con affetto  anche perchè il suo blog è uno dei miei preferiti con tutte le sue idee!

venerdì 8 maggio 2009

Ti ho lavato i piatti


"Ciao amore, ti ho lavato i piatti! Sono stato bravo?"
MI hai lavato i piatti? E da quando i piatti sono diventati di mia proprietà? Perchè se i piatti sono miei allora decido di tenerli belli puliti riposti nella credenza e di usare quelli di carta.
E suppongo che arriverà il giorno in cui MI avrai steso la roba, Mi avrai stirato i vestiti , perchè in fondo questo è il MIO dovere oltre a essere una lavoratrice.
Quando arriverà il giorno che mi dirai "Sai amore ti ho finito la relazione che devi consegnare domani al lavoro visto che oggi uscivi tardi dall'ufficio"?

Questa infelice uscita non è del folle informatico, ma di uno sconosciuto incrociato per strada. Ma queste frasi mi fanno arrabbiare lo stesso.

domenica 3 maggio 2009

L'attenzione


Infine è giunto il momento di fare i conti....
Al concorso fotografico a cui ho partecipato non sono nemmeno stata inserita tra gli ammessi in finale. Vabbè le foto inviate sono state più di 3600 e i partecipanti più di 440, alla fine dei conti sono più gli scartati che i premiati.
Così mi prendo il diritto di pubblicare qui la mia foto.
Un enorme ringraziamento a PiattiniCinesi, che mi ha risolto il dubbio amletico sul titolo da dare alla foto. Il titolo della foto è il titolo di questi post. 
Piattins se vuoi ti mando una stampa della foto per ringraziarti, fammi sapere!


venerdì 1 maggio 2009

TorinoComics, Tantrix e Bao


Finalmente scrivo il posto su Torino Cominc. Anche perchè ho promesso a SuperD che dopo questo vi farò sapere come è andato il concorso fotografico.

Due settimane fa si è tenuto a Torino l'annuale Torino Comics, la fiera del fumetto. Qualche tempo prima Leonardo aveva visto in tv un servizio su Romix, la fiera del fumetto di Roma, e mi ha chiesto di portarlo a vederne una.
Pronti, via! Oltretutto in casa nostra siamo amanti dei fumetti, soprattutto italiani.
Abbiamo raccattato mia sorella (zia Cinzia) e ci siamo diretti verso Lingotto Fiere. L'esposizione di per se' di milioni di fumetti non è stata il massimo del divertimento per Leo, ma poi abbiamo trovato gli stand di Star Wars e lì ha cominciato a rianimarsi.



Ha passato una mezz'ora a giocare con i videogiochi di StarWars messi a disposizione dagli organizzatori e si è fatto comprare un spada laser!
Per tutta la fiera abbiamo potuto ammire i Cosplay, ovvero quelle persone che si mascherano da personaggi di fumetti o film, giocando a riconoscere a quale fumetto o film appartenessero.

Un grande spazio è stato riservato ai giochi di società (e qui mi sono divertita io!). Lasciando un documento potevi prendere in prestito un gioco di società e passare tutto il tempo che volevi a giocarci! Leonardo ha fatto una partita a un gioco di strategia dove c'erano palazzi e mostri giganti, io mi sono data da fare con i giochi d'ingegno.

Ho scoperto così Tantrix un gioco Neo Zelandese che spopola nel mondo. Il gioco è molto semplice. Cisono delle tessere esagonali con delle linee colorate che devono essere distribute in un ordine preciso al fine di creare un linea chiusa di un colore che viene specificato di volta in volta. Tutt'altro che facile!
Il Italia è distribuito da un piccolo distributore,una persona molto simpatica che ho avuto il piacere di conoscere in fiera. Qui il sito in Italiano e qui se volete cimentarvi col gioco online.

Terminato il mio diletto con Tantrix sono stata "iniziata" a un bellissimo gioco africano: Bao. Il Bao è un gioco basato sul concetto agricolo di raccolta e semina. In Africa lo giocano scavando delle buche nel terreno e usando semi veri, qui in occidente potete acquistare artistici tabelloni o prepararlo con le confezioni vuote delle uova e i ceci secchi. Qui potete trovare le regole del gioco


Insomma siamo usciti dalla fiera dopo 5 ore, avendo giocato un sacco e avendo acquistato un sacco di giochi. Ho una ludoteca adesso in casa! Partinina?
 

Alchimista in libertà Copyright © 2008 Green Scrapbook Diary Designed by SimplyWP | Made free by Scrapbooking Software | Bloggerized by Ipiet Notez