martedì 12 maggio 2009

La spesa 2.0


La spesa 2.0, non è una spesa frettolosa, fatta di surgelati e piatti pronti.
Al contrario: è quella spesa dove si guarda se la frutta e la verdura sono a Km 0 e si scelgono solo quelle di stagione, se i detersivi sono eco-compatibili, se è possibile si compra a peso, se il commercio è equo e solidale.

Ma soprattutto è la SPESA ONLINE.

Domenica ho fatto la mia prima spesa online! Emozionante! Me ne sono stata bella pasciata sul divano, ho controllato in giro per casa cosa mi occorreva e ho riempito il mio carrello virtuale. Pagamento: alla consegna con bancomat.
Così ho scoperto che non è proprio vero che fare la spesa è così caro.
Non più circondata da colori, suoni offerte e stress, non ho comprato niente di cui non avessi davvero bisogno. Ho perfino fatto fatica a raggiungere il minimo d'ordine di € 40,00.
In mezz'ora ho fatto la mia spesa, non ho preso la macchina, non ho dovuto cercare parcheggio, non ho dovuto fare la spesa con i minuti contati o portandomi appresso l'erede, non ho dovuto cercare parcheggio sotto casa e portarmi su 3 sacchi della spesa.
Ho scelto l'orario più comodo per farmi portare la spesa e il "garzone" mi ha inserito in giro di consegne programmato, perciò senza sprechi.

E se proprio mi dimentico di qualche cosa, ho sempre un piccolo spaccio sotto casa, dove non prendo la macchina, non faccio la fila alla cassa, scambio due chiacchere con la commessa, mamma anche lei.

Una spesa 2.0, appunto

8 commenti:

desian on 12 maggio 2009 08:54 ha detto...

Scusa la curiosità da responsabile degli acquisti, eh eh eh: ma da chi l'hai fatta questa spesa?! Parli di frutta a km 0 e altro, non sembra tu l'abbia fatta al solito super...

piattinicinesi on 12 maggio 2009 11:10 ha detto...

gloglo ma devi dare il link!!!!!!
io la spesa online la faccio alla coop, che è l'unica che fa questo servizio a Roma. ma magari ad avere i produttori che fanno servizio a domicilio. li sto cercando disperatamente

passodoppio on 12 maggio 2009 17:34 ha detto...

ehi1 mi hqi dato una idea!

Mamma che fatica! on 12 maggio 2009 22:35 ha detto...

Certamente tu sei già proiettata nel futuro, ma come fai a verificare la qualità dei prodotti alimentari se non "tocchi con mano"?
Ancora la spesa online non mi convince del tutto, sarà perché io un po' al supermarket mi diverto a fare le gare contro il tempo:l'ultima volta ho impiegato appena 28 minuti cassa compresa! Non guardavo in faccia nessuno, mi fermavo solo quando vedevo il bollino che indicava "PRODOTTO IN OFFERTA"!

wwm on 13 maggio 2009 07:16 ha detto...

fantastica la spesa online! io a New York non ne potevo fare a meno....qui invece purtroppo non funziona molto e non ci sono moti siti a disposizione. Credo fondamentalmente perchè tutti comunque hanno la macchina e fare la spesa non è poi un gran casino. Mi farebbe invece tanto comodo spesso!
Faccio spese diverse però. Per la casa, per i pannolini e altre cose per bambini.

Gloglo on 13 maggio 2009 15:37 ha detto...

@desian: in realtà questa prima spesa sì è stata in un supermercato tra quelli convenzionali. Applico la politica dei piccoli passi, ma a Torino stanno aumentando i GAS e i negozi di vendita "sfusa", oltre ai vari spacci "bio, percui la scelta c'è eccome. Per il Km 0 se vuoi vai a vedere "le verdure del mio orto" e "Cascina Cornale", ma vale solo nel territorio piemonte-lombardia.

@piattini: su roma c'è prontospesa (che poi è quella che ho usato io) per il bio in effetti pare non esserci molto da quelle parti... ho visto che vieni alla fiera del libro, se la salute m'assiste ci vediamo domenica!

@mammachefatica: fare la spesa online non è un evento irreversibile. Uno prova poi si regola, anche se la mia prima spesa è andata molto bene anche su frutta e verdura. Ovviamente puoi scegliere anche di acquistare solo merce da "negozio" come pasta, passata, scatolame, e dedicarti a una scelta con mano per frutta e verdura!

@passodoppio: non hai più voglia di toglierti la soddisfazione di passare davanti a tutti il sabato pomeriggio alle casse prioritarie?

@wwm: si diversifica come nella vita reale!

alleg67 on 13 maggio 2009 21:28 ha detto...

scusate, ma che C Fortuna!!! qui niente di simile, neppure inimmaginabile!!

j.n. on 8 luglio 2009 09:21 ha detto...

secondo me ci sono sia dei vantaggi sia dei rischi: sicuramente è molto comodo acquistare i prodotti ed aspettare che questi arrivino a casa, però in quel modo non si può toccare con mano e valutare la qualità del prodotto e/o della confenzione fino a quando questo non arriva a casa...in più avendolo già pagato non si può neanche cambiare!

Dalle mie parti, parlo di Milano e Provincia, è nato un sito veramente utile, si chiama KLIKKAPROMO.IT. Questo motore di ricerca consente di cercare e comparare le offerte promozionali di varie catene di supermercati, consente inoltre di stampare la propria lista della spesa con le offerte selezionate e fornisce tutte le informazioni dettagliate sul punto vendita prescelto.
Io ho provato ed effettivamente si risparmia!
Immagino che più avanti il servizio arriverà a coprire l'intero territorio nazionale.

Vi lascio il link:

http://www.klikkapromo.it

 

Alchimista in libertà Copyright © 2008 Green Scrapbook Diary Designed by SimplyWP | Made free by Scrapbooking Software | Bloggerized by Ipiet Notez